Scuola Primaria

L’attenzione principale è volta al bambino, alla sua crescita in senso globale e alla maturazione cognitiva e degli apprendimenti. La nostra scuola, in particolare, è attenta a garantire l’inclusione di tutti i soggetti in difficoltà (alunni stranieri, BES, situazioni di disagio sociale e culturale) ed è all’avanguardia nella didattica per gli alunni diversamente abili, per i quali il PEI viene redatto su base ICF, secondo i criteri del modello bio-psico-sociale della Classificazione internazionale del funzionamento, della disabilità e della salute (ICF) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

La scuola primaria è organizzata in tempo normale e tempo pieno.

TEMPO NORMALE   27 ore settimanali       dalle ore 8,10 alle ore 13,35

TEMPO PIENO         40 ore settimanali       dalle ore 8,10 alle ore 16,10

Le due differenti organizzazioni del tempo scuola offrono agli alunni e, soprattutto alle famiglie, l’opportunità di inserirsi nella modalità organizzativa più vicina alle loro esigenze.

In tutte le classi della scuola primaria è presente la lingua straniera. Tale scelta metodologica e organizzativa consente agli alunni, anche molto piccoli, di accedere all’universo linguistico inteso come comunicazione in una Europa che sempre più tende a cancellare i confini interni. L’apertura all’Europa è data anche dalla partecipazione al progetto Erasmus+ che offre possibilità di interazione e di confronto con altre scuole europee.

Molto importante è la multimedialità: tutte le aule sono dotate di pc e LIM che consentono ai docenti di poter presentare i saperi specifici nelle forme più adatte per poter essere recepite, sia in relazione alla disciplina, sia venendo incontro alle diverse modalità di apprendimento dei discenti.

Un altro asse portante del nostro progetto formativo è il pensiero computazionale: fin dalla scuola dell’infanzia i bambini sono educati a pianificare e a seguire delle strategie mentali per risolvere situazioni più o meno complesse in un contesto ludico, perché giocando i bambini riescono ad apprendere con più facilità ed è proprio con il gioco che si imparano a sviluppare le prime strategie mentali. Il coding si basa infatti su attività finalizzate ad apprendere il pensiero logico e analitico orientato alla risoluzione di problemi.

Le nuove tecnologie nella didattica, le lingue, il pensiero computazionale sono dunque tra gli assi portanti del nostro progetto formativo. Un progetto che ha al suo centro lo studente e che crede fortemente nella possibilità di apprendere divertendosi, nella convinzione che la mente non sia un vaso da riempire ma un fuoco da accendere.

La mente non è un vaso da riempire ma un fuoco da accendere perché s'infuochi il gusto della ricerca e l'amore della verità. ( Plutarco)